5 luoghi poco
conosciuti da
visitare in
Costa Rica

Tu sei qui

5 luoghi poco conosciuti da visitare in Costa Rica

di Cathy Brown

C'è un fatto preoccupante che potrebbe non essere a conoscenza di tutti: gli americani lasciano 500 milioni in giorni di vacanza non utilizzati ogni anno. Fate la vostra parte per contribuire a porre fine a questa situazione - non sprecate nemmeno uno dei vostri preziosi giorni liberi seduti a casa o (peggio) sul posto di lavoro, quando potreste spenderli in un posto come la Costa Rica.

Ma quando si arriva, non c'è bisogno di andare negli stessi posti come tutti gli altri. Qui ci sono alcune destinazioni meno frequentate in Costa Rica che meritano una maggiore attenzione.

 

1. Montezuma

Montezuma un tempo non era che un piccolo villaggio di pescatori, ma quei giorni sono ormai lontani. Le sue spiagge ora ospitano scene hippie / da bohème, composta con gli abitanti e con gli stranieri.

La posizione della città all’estremo capo sud-orientale della penisola di Nicoya significa che già trovare la strada per arrivarci qui è la metà del divertimento. È possibile arrivare a Jacó in autobus e da lì ci vuole circa un'ora con un taxi d'acqua per arrivare direttamente alla spiaggia di Montezuma (la barca in realtà parte da Herradura, appena a nord di Jaco). È inoltre possibile effettuare due ore di macchina da San José a Puntarenas fino al terminal dei traghetti, da dove potete prendere il traghetto per Paquera. Una volta a Paquera, si deve guidare un'altra ora attraversando le spiaggie di Tambor e di Cobano e poi finalmente su una strada sterrata fino a Montezuma. (Sì, c'è anche un volo piuttosto a buon mercato che dura 25 minuti da San Jose a Tambor, ma quest’opzione non è affatto avventurosa).

Montezuma è delimitata da diverse miglia di costa frastagliata ed ha un’epica vita notturna - il divertimento non finisce certo dopo aver posato la vostra tavola da surf alla fine della giornata. Appena fuori città c'è una splendida cascata di 80 piedi con pozze eccellenti per nuotare e nei dintorni si trovano sorgenti calde naturali. L'unico problema di Montezuma è quello di lasciarla per vedere cos'altro Costa Rica ha da offrire.

 

2. San Gerardo de Dota

Con quasi 1.000 miglia di costa su due oceani, la Costa Rica attira moltissime persone che cercano di godersi le sue spiagge e le sue onde. Ma non tutti si dirigono sulla Costa Rica per fare surf. San Gerardo de Dota, per esempio, si trova nella Valle del fiume Savegre della Cordigliera di Talamanca ed è perfetto per l’osservazione degli uccelli, mentre la sua posizione centromeridionale consente un facile accesso al Parco Nazionale Los Quetzales, il quale ancora non è stato raggunto del tutto da un turismo di massa.

Sono state identificate quasi 200 specie di uccelli nelle foreste nebbiose di questa regione, tra cui una varietà di colibrì, picchi e tangara ma la star indiscussa del luogo è il quetzal, che trascorre il suo tempo in questa zona.

Dalle ville di lusso ai semplici rifugi, la maggior parte degli alberghi qui offrono alcune bellissime viste di verdi colline e piantagioni di frutta. E se si finisce a San Gerardo de Dota ma non si ha interesse per gli uccelli, c'è sempre la pesca della trota nel fiume Savegre, il tour della vicina piantagione di caffè, o escursioni alle cascate Naranjo.

 

3. Parco Nazionale Chirripó

Sede della vetta piú alta della Costa Rica , (12,533piedi, il Parco Nazionale del Cerro Chirripó è stato praticamente creato per escursionisti e scalatori. In una giornata limpida, è possibile vedere sia il Pacifico che i Caraibi dalla vetta del monte.

Oltre alla sfida di salire sul Chirripó, ci sono numerosi sistemi di sentieri che si snodano tra le numerosissime zone ecologiche (ce ne sono più qui che nella maggior parte degli altri paesi). Salite dalle praterie vicino a San Gerardo de Rivas (da non perdere le sorgenti di acqua calda lì, a soli 15 minuti a piedi a nord della postazione dei ranger del parco) fino alla foresta piovosa e dalle foreste di querce secolari che sovrastano 150 piedi, giungerete all’ecosistema della tundra vicino alla cima. Tutta questa ricchissima diversità tiene i biologi impegnati per tutta la vita.

La salita in vetta è di 11 miglia con quasi 10.000 piedi di altitudine, ma c'è un rifugio a mezzo chilometro dalla cima dove si può trascorrere la notte e iniziare la discesa la mattina seguente. Il campeggio non è consentito ed è necessario effettuare una prenotazione per il refugio attraverso il sistema dei parchi. Se durante la Pasqua e alcuni fine settimana nella stagione secca si può trovare un certo affollamento, in altri periodi dell'anno non dovrebbero esserci molti altri turisti.

 

4. Turrialba e il Pacuare

Non c'è modo migliore per apprezzare la grandezza delle montagne, i canyon e le cascate del fiume Pacuare che con il gommone. Il fiume è stato classificato dalla National Geographic come uno dei top 10 per il rafting nel mondo e ci sono tour operator e sezioni del fiume che possono soddisfare ogni livello di esperienza. Durante l’escursione, è possible avvistare numerosi uccelli e scimmie lungo il percorso.

Se il rafting non fa per voi, la vicina città di Turrialba è l’ideale, infatti è indicato per organizzare un tour delle rovine di Guayabo. Questo è uno dei siti pre-colombiani della Costa Rica, il solo aperto al pubblico, e dà un’idea di come si viveva tra il 1000 aC e il 1400 dC.

NB: Il Vulcano Turrialba ha eruttato a ottobre  2014, quindi per il momento il Parco Nazionale del Vulcano Turrialba è chiuso. Le sue pendici si possono ancora ammirare, tipo Jurassic Park, da una distanza di sicurezza, però.

 

5. Manzanillo

Per coloro che veramente cercano un luogo solitario, il villaggio di Manzanillo sarà sicuramente il luogo desiderato. Questo paesino segna la fine della strada che corre a sud lungo costa caraibica del Costa Rica, strada che è stata asfaltata per la prima volta solamente nel 2003.

Ma non c’è bisogno di fermarsi lì. Ci sono ben 10 miglia di costa incontaminata tra la fine della strada e il confine con il Panama. Per una vera avventura bisogna assumere una guida locale che vi porterà oltre il villaggio e lungo la costa fino al rifugio di Fauna Selvatica Gandoca Manzanillo. Un’escursione di mezza giornata vi porterà alla bellissima Punta Mona.

A sud-est, avanzando ulteriormente nelle profondità della riserva, è anche possibile visitare il paese di Gandoca, che si raggiunge dall’autostrada principale verso l'interno con un 4×4 oppure in barca. Questa piccola città appartiene alla cultura afro-caraibica.Anche se non troverete hotel di lusso, incontrerete tuttavia costaricani socievoli che fanno festa nel bar locale e nuovi amici che vi possono invitare a fare snorkeling o kayak. È uno di quei viaggi fuori dal radar che vi farà realmente comprendere lo spirito costaricano e la sua “vida pura”.

Fonte: https://matadornetwork.com/trips/5-incredible-radar-places-costa-rica


Pianificazione di Viaggio in Costa Rica

Logo