Cartago

Tu sei qui

Provincia di Cartago

Conosciuta anche come la Vecchia Metropoli, Cartago è stata la capitale della Costa Rica fino al 1823, quando si è trasferito quel titolo alla città di San José. E’ una provincia relativamente piccola, con appena 3.124 km2 e quasi 35 000 abitanti.

Questa è la regione più importante della Costa Rica in materia di arte coloniale, Forse, il miglior esempio è il tempio di Orosi, che data il 1743, un gioiello storico che è stato testimone della nascita di una nazione.

Cartago possiede un clima tropicale umido, il suo sistema montagnoso comprende due cordigliere, quella Centrale dove si situano i vulcani Irazu e Turrialba e la Cordigliera di Talamanca che è l’altra grande formazione montagnosa della provincia. In essa si innalza l’imponente montagna Cerro Chirripò, il punto più alto della Costa Rica, situato a 3.600 metri sul livello del mare.

Cartago è una terra di tradizone e religiosità. Verso nord si trova il monumento nazionale di Guayabo, situato al di fuori della città di Turrialba. In Guayabo i visitanti possono ammirare enigmatiche costruzioni che datano l’epoco precolombiana. E’ una delle aree archeologiche più grandi che si è scoperta nel paese. Poggi, ponti, piazze e vie, così come un acquedotto che funziona ancora, sono alcuni dei vestigi delle antiche culture.

Il pellegrinaggi verso la Basilica di Nostra Signora degli Angeli – nel centro della città di Cartago – è l’attività religiosa più importante della Costa Rica. Si celebra il 2 agosto e ad essa accudiscono milioni di persone di tutto il paese.

Tuttavia, forse, la principale attrazione di Cartago è il vulcano Irazu, uno splendoroso gigante che si trova ancora attivo e i cui cinque crateri attraggono migliaia di turisti annualmente. E’ il vulcano di maggior altitudine nel paese, a 3.432 metri sul livello del mare. In esso nascono vari fiumi che forniscono le conche dei fiumi Chirripó, Reventazón, Sarapiquí e il fiume Grande di Tárcoles.

Pianificatore di Viaggio a Costa Rica

Logo