Manifestazioni Culturali
dei Caraibi

Tu sei qui

Si può affermare che nei Caraibi esiste un ventaglio di culture, quella afrocostaricense, Bribri e Cabécares, orientale, asiatica, italianae centroamericana, ed altre.

Oltre al cibo, esiste in questa regione un insieme di attività e tradizioni culturali che la differenziano da altre zone del paese. Una di queste e molto nota è la musica che combina diversi elementi ed influenze: calipso e reggae. In ciò che rispetta le danze tradizionali la cuadrilla (square dance) è una delle più caratteristiche, poi ci sono anche i giochi e le leggende che occupano un posto speciale. L’inglese creolo che parla la maggior parte dei limonensi di origine afrocaraibico, è un altro elemento peculiare della regione. La fede e le credenze religiose sono molto più etereogenee in questa zona che nel resto del paese, dovuto a un maggior numero di credi religiosi.

Infine, bisogna menzionare l’architettura vernacula limonense che è il risultato dei modi di vita di una società, le sue forme e spazi rispondono a delle condizioni climatiche, culturali, tecnologiche ed economiche precise. Il casco vecchio della città di Limón si è prodotto grazie all’effervescenza della produzione bananiera e gli edifici pubblici e commerciali, sono d’influenza vittoriana caraibica e art nouveau.

Cucina Afrocaraibica

La regione caraibica si distingue anche dal resto del paese per i suoi tradizionali piatti. In questo modo, esistono cibi e bevande che sono molto popolari e squisite. Alcune di queste sono: rondon (mescolanza di diverse verdure con manzo, pollo, pesce o tartaruga), pesci (guisados (verdure e ortalizzi in umido, salmì o fritto), sancocho (pollo e maiale con pomodori, iucca, patata, patata americana, ecc.) rice and beans (riso con fagioli cucinati con latte di cocco e accompagnati da pollo, pesce, maiale o manzo), patì (empanada –una specie di calzone piccolino fatto con farina di mais - di carne con peperoncino), plantintah (empanada di platano maturo), frutta di pane (con purè, atole, fritta, ecc.) carne di tartaruga (rondon, zuppa di pinna), trippa (stomaco di manzo con tubercoli e specie piccanti), johnny cake (pane di cocco), biscotti di ginger, ginger beer (birra di ginger) guarapo (una specie di chicha-bevanda a base di mais), agua de sapo o hiel (bevanda molto popolare fatta con ginger, limoni agri e canna da zucchero).

Carnevali di Limón

Questi si celebrano sempre durante la settimana del 12 ottobre di ogni anno. In questa data si commemora il Giorno delle Culture. E’ un evento di grande interesse turistico e che crea molta aspettativa locale e nazionale. Ogni anno si elegge una regina prima che cominci il carnevale e le comparse fanno le prove. Altre attività che si organizzano sono: sfilata delle comparse e carrozze, mascherate, sfilata delle bande musicali, concerti con gruppi nazionali e internazionali e la partecipazione della colonia cinese con la danza tradizionale del drago. Nel carnevale partecipa tutta la comunità di Limón, è il momento più atteso di tutto l’anno. In questa grande festa ci sono carrozze, bande e comparse con la musica e il colore che caratterizza questo evento di grande interesse turistico che si completa con altre attrazioni come: i giochi meccanici, i cibi e bevande caraibiche, la vendita dell’artigianato, i ricordi allusivi al carnevale, i giochi pirotecnici, ecc.

Boulevard di Limón

Questa bella via per fare passeggiate pedonali, comprende quattro isolati, cominciando dall’avenida 2 della città di Limón. Inizia ad ovest sulla calle 4 e finalizza all’est di fronte al battimare. Lungo la via troviamo: il mercato centrale della città, costruito nel 1941, poi all’angolo, di fronte al mercato, un altro avvenente edificio: quello della Banca Nazionale di Costa Rica, proseguendo un isolato in più, verso est, c’è un’altra costruzione molto bella: la Pensione Costa Rica.

Nell’ultimo isolato c’è il Parco Vargas e di fronte, sulla fiancata nord, l’edificio del Municipio di Limón, invece dall’altra parte c’è un antico edificio che è appartenuto alla Compagnia Bananiera, dove oggi ci sono uffici e locali commerciali. Il boulevard conclude di fronte al battimare, dove c’è un anfiteatro dal quale si osserva l’isola Quiribrì.

Questo battimare è frequentato dagli abitanti di Limón e dai turisti, costeggia la costa, per varie centinaia di metri fino all’Ospedale Tony Facio.

Black Star Line

Situato in Avenida 5, calle 5.

Il Black Star Line si trova nella città di Limón (calle 5, avenida 5). Occupa un immobile di due piani con un ampio salone conosciuto come -Liberty Hall- e un ristorante specializzato in cibo caraibico. Dichiarato patrimonio storico architettonico nel 1988, deve il suo nome all’impresa naviera omonima fondata da Marcus Garvey, il quale ha lottato per la rivendicazione dei diritti del gruppo etnico di colore. Garvey è stato due volte a Limón ed ha creato un’associazione la cui sede si trova in questo edificio. Qui si sono realizzate molteplici attività culturali, come la coronazione nel 1949 della prima regina dei carnevali, allora chiamate feste civiche di Limón.

Isola Quiribrí (Uvita)

Questo territorio insolare è stato dichiarato nel 1985 Monumento Nazionale, in virtù del fatto che fu il primo posto che Cristoforo Colombo visitò quando nel 1502, durante il suo quarto viaggio, è arrivato su questo litorale caraibico, ed è stato proprio frutto della ricchezza esibita dagli indigeni con i quali ha avuto contatto, che Colombo, forse anche motivato dall’esuberanza tropicale di queste terre, le ha chiamate “Costa Rica”.

L’isola era conosciuta allora come Quiribrì, molto attrattiva, tanto per la sua frondosa vegetazione tropicale quanto per i suoi contorni rocciosi e scogliere coralline che la caratterizzano. Vicino al suo molo c’è una gradevole spiaggia. Offre anche eccellenti condizioni per la pratica dell’immersione e del surf. Esiste un sentiero di circonvalazione che permette di aprrofittarne al massimo.

Il 25 settembre, si commemora l’arrivo di Cristoforo Colombo con una sfilata di scorte molto belle e bande delle scuole e licei, del cantone centrale di Limón.

Riserva Indigena Keköldi

Questa riserva situata vicino a Puerto Viejo è di grande importanza per le attività che promuove. Gli indigeni Bribris che abitano in questa riserva offrono vari servizi d’interesse per i turisti. Hanno un allevamento di iguane verdi e producono artigianato autoctono come: archi e frecce di legno, borse, reti, amache, canaste, ecc. Ci sono sentieri nella riserva che permettono di riempirsi la vista con la sua ricca flora e fauna e incluso ci sono due torri per l’osservazione degli uccelli, in particolare i rapaci in migrazione da nord a sud del continente, durante i mesi di gennaio e febbraio, ottobre e novembre.

In totale sono 17 le specie di rapaci che si sono osservate, tra di loro ci sono: le aquile, gli sparvieri e i falchi, si possono anche osservare altre migliaia di uccelli al giorno, un fenomeno veramente spettacolare.

Infine, nella riserva si trova la bella cascata del fiume Cocles, che può essere visitata con le guide locali.

Festival dell’america tropicale. Earth. Guácimo

Si svolge il terzo fine settimana di aprile, è un’attività che promuove l’incontro tra tutte quelle persone nazionali e straniere che sono parte della Scuola del Tropico Umido. Tra le attività che si realizzano ci sono le presentazioni culturali di diversi paesi, le fiere gastronomiche, e i percorsi nei siti d’interesse della Scuola, tra questi ci sono: il Giardino Botanico di orchidee e l’area del bestiame.

E’ talmente importante che con solo il passaparola promuove la visita di altre persone.

Festival dei Caraibi Sud

Si svolge le due prime settimane di aprile, si approfitta della visita turistica e dell’epoca secca. A questa attività partecipano diversi gruppi musicali del paese, sulla spiaggia di Chiquita.

Comunita’ di Puerto Viejo

Il paese di Puerto Viejo così come la comunità di Cahuita offre diverse agevolazioni affinché la visita sia piacevole. Ci sono imprese di alloggio, di viaggi e c’è l’associazione di guide turistiche che realizza tour e passeggiate in altri settori di Talamanca. Ci sono anche eccellenti posti per degustare la gastronomia nazionale e internazionale e la sera ci si può divertire con le tradizioni musicali e balli della zona caraibica costaricense.

Comunita’ Indigena Yorquín

Yorquín o Yorkín è il nome di un fiume che nasce nel Parco Internazionale La Amistad (L’amicizia), dal lato del Panama. Rimontando questo fiume si arriva alla comunità indigena di Yorquin, che offre agevolazioni ai visitanti affinché possano vivere un’esperienza unica, combinando la bellezza di questo fiume con la conoscenza e l’integrazione di questa esemplare comunità, che pianta i propri alimenti e scambia banana e cacao con altri prodotti. Da questa comunità si possono visitare altri posti come: Colle Buena Vista, le acque termali, cascate, ecc. Yorquin vende anche pezzi d’artigianato che possono essere acquistati come ricordo di questo viaggio.

Comunita’ di Cahuita

E’ una comunità di culture mescolate, dove si può degustare una gran varietà gastronomica locale e internazionale. Ci sono a disposizione tutte le agevolazioni necessarie affinché possiate approfittare al massimo della vostra visita a questo Parco Nazionale. Ci sono imprese di servizi che realizzano tour agli scogli e ad altri settori di Talamanca e dintorni. Ci sono anche posti per divertirsi con le attività musicali.

Aviari dei Caraibi

Questo bel posto si trova a 1 chilometro a nord del Fiume la Estrella (La Stella). Ha una riserva privata di circa 100 ettari nei quali è possibile camminare o fare tour in barca, lungo i canali immediati, oppure osservare la sua flora e fauna, in special modo, gli uccelli.

Cuenta con una reserva privada de alrededor de 100 hectáreas en la cual es posible caminar y tomar un tour en bote por los canales inmediatos, para observar su flora y fauna, particularmente sus aves.

Pianificatore di Viaggio a Costa Rica

Logo