Attrazioni Turistiche
in Guanacaste

Tu sei qui

Attrazioni Turistiche in Guanacaste

E’ una bella spiaggia di onde calme, con ha una vegetazione litorale e un bel paesaggio marittimo, dove spiccano varie isolotte. E’ ideale per prendere il sole, fare il bagno, riposarsi e rilassarsi. Si possono fare passeggiate e scattare delle eccellenti fotografie.

Questa spiaggia forma parte del Parco Nazionale Marino Baulas. E’ un’ampia spiaggia che si prolunga verso sud fino all’estuario di Tamarindo, dove c’è un’importante mangrovia (Rifugio Nazionale di Fauna Silvestre Tamarindo) che può essere percorsa in barca, per osservare la flora e fauna. Questa spiaggia è specialmente attraente per chi fa surf e per chi desidera osservare la deposizione delle uova della tartaruga baula. E’ anche molto adatta per prendere il sole, realizzare passeggiate e fare il bagno. Ha la Bandiera Azzurra.

E’ un’insenatura di onde moderate adatte per fare il bagno. Ha una mangrovia e a nord si trovano l’isola Plata e la punta Salinas, le quali separano le baie Brasilito e Potrero. Da questa punta si ha una spettacolare vista di entrambe le baie. Per la sua bellezza scenica e naturale, così come per gli eccellenti e svariati servizi che ha, è ideale per coloro che desiderano sfruttare la spiaggia durante il giorno e divertirsi di sera.

Queste spiagge sono due insenature di meno di un chilometro di longitudine circondate da colline dalle quali si vede un magnifico panorama delle Baie Potrero e Brasilito. Sono spiagge con acque calme ideali per fare il bagno. Dalla spiaggia Danta, si vedono due isolotte Pitahayas e Santa Catalina. Quest’ultimo posto, che è a una distanza di nove chilometri, è uno dei preferiti, tra tutto il settore costiero, da chi fa immersione.

E’ una spiaggia di grande ampiezza, di fornte si trova l’Isola Bolaños la quale può essere visitata in barca o in kayak. Durante i mesi più ventosi è un posto molto appropiato per la pratica del windsurf. E’ ideale per il riposo, fare passeggiate e cavalcate, così come anche per esplorare altri posti vicini in bicicletta di montagna.

Si trova a sud di Brasilito, dalla quale è separata da un promontorio roccioso (Punta Conchal), dal quale si vede un panorama molto bello ed esteso di questa spiaggia e di tutta la costa che si estende verso sud. Questa insenatura di poco meno di 2 chilometri di longitudine, deve il suo nome alla peculiarità che nella sua parte verso nord le sabbie sono formate da milioni di frammenti di conchiglie. Ha una frondosa vegetazione e una mangrovia e le sue acque sono cristalline. E’ una delle spiagge più belle di tutto il paese ed è ideale per fare il bagno, passeggiate e cavalcate e godersi le gite in barca o altri sport acquatici, includendo l’immersione. Questa spiaggia è stata premiata con la Bandiera Azzurra Ecologica, identificandola così come una spiaggia pulita e sicura.

E’ una delle spiagge con maggior tradizione e popolarità in Costa Rica. Si trova in una baia con poche onde e molto adatta per fare il bagno e per l’ancoraggio sicuro delle imbarcazioni. Possiede sabbie grigiastre che si prolungano per quasi tre chilometri. Verso sud si trova la punta (isolotta) Centinela dove c’è una cala di sabbie chiare. La spiaggia del Coco possiede una grande gamma di servizi che permette di godersi allo stesso tempo di attività ricreative e sportive, includendo la pesca sportiva, l’immersione e le gite in barca, ecc. E’ anche ideale per fare passeggiate e cavalcate.

E’un’ampia baia di sabbia fine. Si trova costeggiata principalmente da alberi di brasiletto, mancinella da spiaggia e frumento (riticum aestivum). Ha poche onde e nell’estuario di Rocha esiste una piccola mangrovia. E’ una spiaggia molto popolare per fare il bagno, riposarsi, fare passeggiate e per accampare. E’ frequentata da famiglie che si deliziano contemplando la bellezza del paesaggio marittimo che si prolunga fino alle bianche spiagge che si trovano dall’altra parte di Baia Culebra.

Questa spiaggia insieme a Conchal formano la baia Brasilito. E’ una spiaggia di onde e pendenti lievi e moderate, dipendendo dal settore. Verso l’estremo sud si trova una mangrovia e l’Isola Loros. E’ una spiaggia ideale per prendere il sole, fare il bagno, gite e per contemplare il paesaggio marittimo e i bei tramonti.

La prima è una spiaggia di acque cristalline e con onde moderate che si trova vicino a Punta Mala nella Baia Culebra e che forma parte insieme ad altre spiagge del progetto turistico Golfo de Papagayo. Dal suo litorale, di 960 metri di longitudine, di fronte si contemplano le spiagge di Monte del Barco e Chorotega. Blanca insieme alla spiaggia Virador; situata al lato opposto e a pochi metri, formano uno stretto ponte naturale che le unisce a Punta Mala. Virador è una bella insenatura di sabbie bianche e acque cristalline ideali per fare il bagno e praticare l’immersione.

E’ un’insenatura di onde moderate adatte per fare il bagno. Ha una mangrovia e a nord si trova l’isola Plata e Punta Salinas, le quali separano le baie Brasilito e Potrero. Da questa punta c’è una spettacolare vista di entrambe le baie. Per la sua bellezza scenica e naturale, così come per gli eccellenti e vari servizi che possiede, è ideale per chi desidera sfruttare la spiaggia durante il giorno e divertirsi la sera.

Si trova a circa cinque chilometri andando verso sud da Langosta. Presenta una costa rocciosa che si prolunga per diversi chilometri, dove spicca la sua vegetazione litorale. E’ bagnata da forti onde, con due sezioni diverse e adeguate per la pratica del surf,per fare gite, così come fare il bagno e osservare, durante la marea bassa, i pesciolini e molluschi nelle pozze create dalle maree (tide pools) che si formano nelle sue aree rocciose, completando così le vostre principali attività.

Situato nel terreno di Las Lomas, El Farallon, è un’enorme parete di roccia, di 20 metri di lunghezza che è piena di incisioni indigene, è stato dichiarato Monumento Nazionale nel 1998. I pietroglifici secondo alcuni studi sono stati creati dagli indigeni tra i primi anni dell’era cristiana e 800 anni dopo Cristo.

Per arrivare sul posto si deve entrare a Cañas e arrivare nel paese di Sandillal. Da lì in poi, la strada diventa sempre più difficile e in certi tratti è solo una scorciatoia. Una volta che vi troviate lì sarete ricevuti dai fratelli Lopez, che vi accompagneranno gli ultimi 300 metri fino ad arrivare a El Farallol, che si trova sul bordo del fiume Cabuya.

In quasi tutti i paesi del Guanacaste esistono istallazioni chiamate “rondel” (rondello) o piazza di tori dove si pratica quest’attività ricreativa, che manifesta l’abilità di chi monta per cercare di rimanere il maggior tempo possibile sulla groppa del toro, è praticata da uomini, giovani e alcune volte perfino da bambini.

Attualmente è così popolare che esiste un campionato dove partecipano i principali montatori del paese.

Da molti anni in qua e con l’interesse di ottenere il grasso dei ramarri, che secondo la tradizione dei guanacastechi possiede molte qualità curative, il Venerdì di Pasqua, si realizza quello che si conosce come la –lagarteada- attività che si svolge nella comunità di Ortega, nel distretto di Bolson. Un gruppo di uomini si da il compito, prima di tutto, di ubicare nel fiume Tempisque il punto esatto dove si trova il ramarro più grande, affinché il giorno santo, con la collaborazione di un gruppo da dieci a quindici persone e con un tramaglio ne realizzino la sua cattura (non lo sacrificano) e nel centro di Ortega lo mettono in una vasca costruita a tale fine e lo lasciano affinché i visitanti e la comunità lo possano vedere, il seguente lunedì dopo la Resurrezione lo restituiscono al suo habitat.

Per completare l’attività vendono cibo e bevande tipiche del Guanacaste.

Questa pittoresca cappella situata a Liberia nel quartiere Los Cerros, alla fine dell’avenida centrale, rappresenta un tipo di architettura coloniale costruita con adobe (mattoni in argilla), della quale in Costa Rica esistono molte poche costruzioni. L’inizio dell’edificazione è del 1850 e nel 1866 si sono aggiunte le campane.

E’ stata dichiarata d’interesse storico ed architettonico.

L’ecomuseo si trova in una proprietà di 10 ettari ed è equipaggiato in forma adeguata per i visitanti; si possono osservare la casa dei fuochi d’artificio, le fondamenta degli edifici dei magli, i muri sui quali passava il treno, la cava e alcuni macchinari con i quali si estraeva e trasportava l’oro.

E’ un posto storico per le diverse situazioni sociali ed economiche che si sono vissute quando Minor Keith era il proprietario di Abangares Gold Field of Costa Rica.

Si trova nella Catena Montuosa Sierra de Abangares e rimane aperto dal martedì alla domenica con un orario dalle 8:00 fino alle 15:00, si entra da Juntas.

Si celebra nel Parco Nazionale Santa Rosa, la seconda domenica del mese di novembre. Si celebra una Messa di Truppa in omaggio agli abitanti della sabana (sabaneros) e delle cuoche che hanno lavorato nella Tenuta, posteriormente si realizza una corrida di tori e attività del lavoro del sabanero, cibo e musica.

Liberia è conosciuta come la città bianca, è una tipica zona costiera con strade larghe, antichi edifici e case con muri fatti in canna e fango.
E’ una città che si è permessa di combinare vecchie strutture, abitudini e tradizioni con il modernismo e le nuove edificazioni, tra queste i centri commerciali e imprese di servizio.

Negli ultimi anni ha preso il volo lo sviluppo urbanistico e le nuove istallazioni dell’Aeroporto Daniel Oduber che le permette di ricevere voli regolari e charter da diversi posti del Canada e degli Stati Uniti.

E’ una destinazione dalla quale si possono visitare diverse aree protette, tra le quali spiccano i parchi nazionali di Santa Rosa, vicino alla comunità di La Cruz e il Rincon de la Vieja, o godersi le spiagge vicine al Golfo di Papagayo.

Egualmente il venerdì e le domeniche alle 19:00 si può ascoltare con piacere il tipico concerto della Banda Nazionale del Guanacaste.

Las Juntas è una città con strade lastricate che ancor oggi è legata all’attività dell’oro, ha diversi posti commerciali. Si trova a 150 metri sul livello del mare ed è un posto di passaggio per visitare diverse attrazioni della zona di Monteverde, tra questi la Riserva Biologica di Monteverde, Santa Elena e i paesi vicini a Tilaran.

Tra i posti di maggior attrazione si trova l’Ecomuseo di las Minas de Abangares. Nel Parco della comunità si osserva una delle locomotive usate per trasportare materiale da dove si estrae l’oro.

Cañas è una città situata nella pianura, è un punto d’incontro per i cantoni di Tilaran, Bagaces e Abangares, ragion per cui si è sviluppata commercialmente, ha buoni servizi ed è anche cresciuta turisticamente. Si trova a 86 metri sul livello del mare e tra le attrazioni più significative si trova il fiume Corobicì, usato dalle compagnie di turismo d’avventura e naturaliste per portare i turisti lungo le sue acque per osservare la flora e la fauna, e pure il Vulcano Pelado e il posto archeologico El Farallon.

A Liberia, si celebra la chiamata settimana culturale –Liberia, Città Bianca – è la prima settimana di settembre, la quale permette di ricordare che il 4 settembre del 1769 si è fondato il paese di Guanacaste e che il 3 settembre del 1836 gli è stato dato il titolo di Città di Liberia. Sono 17 anni che si realizza e l’Associazione della Cultura che l’organizza, tutti gli anni da un enfasi diverso tra i quali spiccano i temi di istruzione, cultura e architettura. Per completare la celebrazione ci sono musiche e danze, arte guanacasteco, cibi e bevande tipiche.

Queste si trovano a pochi chilometri a nord della città di Bagaces, strada a Liberia, dove esiste uno svio a sinistra che porta in questo posto. Queste cascate sono circondate da una frondosa vegetazione di diversi metri di altezza. Le sue acque formano una bella tenda che cade in un estuario dove si può nuotare, offre anche la particolarità di avere una spiaggetta di sabbie chiare.

A pochi chilometri dalla città di Liberia e sulla strada che porta al settore di Santa Maria del Parco Nazionale Rincon de la Vieja, si trova un profondo canyon che ha formato il fiume Liberia, questo settore è molto bello dal punto di vista scenico, infatti oltre al canyon si ammira il Vulcano Rincon de la Vieja e la vegetazione che è differente rispetto a quella che si trova nelle parti basse della regione.

Il tratto della strada Centrale, che si prolunga per vari isolati, da nord a sud, a partire dall’avenida centrale della città di Liberia, è molto bello per il tipo di costruzioni e case signorili che la caratterizzano, le quali appartengono al casco antico. Queste vecchie costruzioni sono state restaurate e formano parte dell’identità di questa città, la cui architettura ha usato l’adobe (mattoni in argilla) e i muri fatti con canna e fango, così come la calce per darle il suo colore bianco.

Questa baia si trova molto protetta contro i venti e possiede un bel posto di mangrovie che è il suo principale punto d’interesse. E’ un posto molto visitato dai pescatori, infatti è un posto sicuro per le loro imbarcazioni e possiede una grande ricchezza marina.

E’ una tradizione di molti anni, nella quale una gran quantità di persone della comunità liberiana venerano al Bambin Gesù della famiglia di Valdelomar Baltodano. Si inizia bevendo chicha (una bevanda a base di mais) e pinolillo (a base di farina di mais tostato) per tutti coloro che lo desiderano e verso le 19:00 ore si porta la figura nella cappella di Nuestro Señor de la Agonía (Nostro Signore dell’Agonia), dove si è costruito un bel presepe per essere adorato.

Verso le 22.00 ore si celebra la Santa Messa.

Questo fiume nasce alle falde del Vulcano Orosì e ha una longitudine di 159 chilometri. Tra i suoi affluenti ci sono i fiumi Colorado, Salto, Bebedero, Bolsón, Diriá e Cañas. E’ navigabile e durante i percorsi che si realizzano si possono osservare numerose specie di uccelli che risiedono nelle mangrovie dei suoi argini. Nella conca bassa si trova il Parco Nazionale Palo Verde.

Questo bel fiume, situato a pochi chilometri a nord della città di Cañas può essere navigato in galleggianti fatti di balsa. Le sue rapide, classe I e II sono idonee per chiunque, potendo così vedere un bel paesaggio fluviale e osservare molti uccelli come gli aironi e i tucani. Questo è praticamente l’unico fiume in tutta la regione che ha le rapide.

A Liberia e in alcuni altri paesi del Guanacaste esisteva l’abitudine di costruire le case con due porte ad angolo, caratteristica molto particolare ed unica in tutta la Costa Rica. Per il suo orientamento e proposito d’illuminazione naturale, queste porte si chiamano “porte del sole”. E’ a Liberia centro, dove si trova la maggior quantità.

In aprile del 2003 si è inaugurato questo ponte che ha sostituito il servizio del traghetto che per molti anni ha permesso di attraversare questo fiume. Questa è un’importante e significativa opera di ingegneria, realizzata con la cooperazione del Governo di Taiwan, di 780 metri di lunghezza che serve come punto di lancio per uno sviluppo importante del Guanacaste.

Quest’insenatura si trova verso il nordest di spiaggia Grande, con la quale si comunica (e separa) con un promontorio roccioso dal quale prende il suo nome, anche per la sua forma. E’ appropriata per prendere il sole, fare il bagno, riposare e camminare fino a nord dove sulla punta c’è la piccola spiaggia Carbon.

Tamarindo insieme a spiaggia Grande e Ventanas formano la baia Tamarindo. E’ una bella spiaggia che presenta aree rocciose e un’isola (Capitan) al suo estremo sud. Ha una frondosa vegetazione: rovere di sabana, tamarindi e alberi da cocco. Dispone di eccellenti e diversi servizi che permettono di sfruttare la giornata al mare e divertirsi di sera. Questa spiaggia è ideale per il riposo, fare passeggiate e cavalcate, partecipare a tour di pesca sportiva e di immersione, oltre a dare la possibilità di visitare la mangrovia e osservare la deposizione delle uova delle tartarughe. Da questa baia andando verso sud si trova il settore costiere più importante per la pratica del surf. Questa spiaggia è stata premiata con la Bandiera Azzurra Ecologica, che la identifica come una spiaggia pulita e sicura.

Spiaggia Real insieme a quella di Roble (a sud) e Nombre de Jesus (a nord) formano una sola unità litorale, separate le prime due da una terza nella zona di punta Real. Sono spiagge di sabbie chiare che insieme raggiungono circa due chilometri di estensione. Il bel paesaggio costiero si completa con la presenza di diversi isolotti e punte rocciose che scenicamente la rendono ancor più attrattiva. E’ di onde lievi e moderate e molto adatta per fare il bagno, passeggiate e praticare altre attività come il kayak di mare.

E’ una spiaggia di onde lievi, ideale per fare il bagno e per riposare sotto l’ombra di frondosi alberi, si possono realizzare passeggiate ed è eccellente per scattare fotografie.

Si trova nell’estremo nord del Guanacaste, nella bella e ampia Baia Salinas. E’ una spiaggia molto popolare tra i residenti del vicino paese di La Cruz. Possiede onde moderate e morbide sabbie. E’ famosa per i suoi tramonti che invitano a realizzare passeggiate e contemplare la maestuosità di questa baia, dove si trova l’isola Bolaños.

Questa piccola spiaggia si trova verso sud di Pan de Azucar, della quale è separata da un settore roccioso. Ha onde moderate e un’abbondante vegetazione litorale. Verso sud si trova punta Prieta e l’isolotta Chocoyas che la rendono interessante per la sua natura e paesaggio circostante e, a sua volta, separano questa spiaggia da quella chiamata Penca.

Questa occupa una baia di acque tranquille di circa quattro chilometri di lunghezza. Ha estuari e mangrovie, così come un bel paesaggio. Verso l’estremo sud si trova la marina di Flamingo (Blanca). E’ ideale per fare il bagno, prendere il sole, realizzare passeggiate e cavalcate e praticare sport acquatici che si organizzano da questo posto: pesca sportiva e immersione.

E’ un’altra spiaggia piccola, con onde da moderate a forti. Ha un estuario e mangrovie, che sommati alla presenza dell’isolotto Chocoyas al suo estremo nord rende questa spiaggia di attrazione naturale molto appropiata per il riposo e la contemplazione. Ha ottenuto la Bandiera Azzurra.

E’ un’insenatura delimitata da colline, con sabbie grigiastre e di poche onde. Verso l’estremo sud si trova Punta Cirial la quale è circondata da acque cristalline. Questa spiaggia è ideale per fare il bagno, prendere il sole, praticare sport acquatici, come l’immersione e pesca sportiva che si offrono in diversi punti della Regione. Dalle parti alte delle colline adiacenti ci sono viste magnifiche di tutto il Golfo di Papagayo. Verso sud di Ocotal si trova un’altra insenatura di minor grandezza conosciuta come Baia Azzurra o Pesce Vela, la quale è un campo di pesca sportiva. Questa spiaggia è stata premiata con la Bandiera Azzurra Ecologica, identificandola così come una spiaggia pulita e sicura.

Questa spiaggia, si trova tra Avellanas e Junquillal. Malgrado il suo nome, possiede sabbie chiare e la sua costa è rocciosa e con eccellenti onde per praticare il surf. Verso sud esiste un altro settore costiero meno frequentato (Callejones) che è anche buono per praticare questo sport.

Si trova molto vicina al molo del traghetto (ferry). E’ una spiaggia piccola che presenta poche onde e che ha una vegetazione litorale. Dovuto alla sua ubicazione, questa spiaggia è ideale per il riposo e per ammirare il paesaggio marittimo dove spicca l’Isola Caballo, che si trova a circa cinque chilometri off-shore. Da Naranjo si possono fare delle passeggiate e gite a cavallo e in bicicletta di montagna verso altri punti d’interesse vicini.

Possiede acqua trasparente e onde moderate, molto adatta per fare il bagno, passeggiate e immersione. E’ molto visitata dai turisti che viaggiano in barche da diversi hotel vicini o da altre imprese di trasporto acquatico che la frequentano; la sua indiscutibile bellezza fa di Nacascolo un angolo perfetto del Pacifico Nord per camminare alla soglia del mare e godersi il piccolo estuario che si trova al suo estremo sud.

Questa piccola spiaggia si trova tra due punte che si coprono e proporzionano un bell’intorno ideale per il riposo e per fare il bagno. Dai pendii e parti alte della collina immediata, si osserva in tutto il suo splendore baia Culebra, specialmente durante i tramonti. Questa spiaggia è stata premiata con la Bandiera Azzurra Ecologica, che la identifica come spiaggia pulita e sicura.

Quest’insenatura è separata da Tamarindo dalla Punta San Francisco. Presenta due settori principali, divisi dallo sbocco del fiume San Francisco. Verso il nord, la costa è rocciosa e non adatta per fare il bagno. Verso sud si trova l’estuario San Francisco, le cui mangrovie sono importanti per l’annidamento degli uccelli.

La spiaggia Langosta è un posto importante per la deposizione delle uova della tartaruga baula (Dermochelys coriacea) e forma parte del Parco
Nazionale Marino Las Baulas.

Le passeggiate in entrambi i settori di questa spiaggia risultano molto gradevoli per l’osservazione del paesaggio e delle diverse specie di uccelli. Langosta è anche molto popolare tra chi fa surf. Questa spiaggia è stata premiata con la Bandiera Azzurra Ecologica, che la identifica come una spiaggia pulita e sicura.

Questa estesa e ampia spiaggia possiede un paesaggio molto vario e adatto a godersi le passeggiate e le cavalcate. Ha aree rocciose che presentano onde molto buone per fare immersione e surf, per questo è molto conosciuta. Possiede anche una vegetazione litorale e si può praticare la pesca e il kayak. Questa spiaggia è stata premiata con la Bandiera Azzurra Ecologica, che la identifica come una spiaggia pulita e sicura.

Si trova nella bella e coperta insenatura di poche onde. E’ di gran bellezza scenica, completata da una sua vegetazione litorale. E’ ideale per fare il bagno, per riposare e per la contemplazione, così come per godersi altre attività come l’osservazione della flora e dell’avifauna.

E’ una spiaggia molto bella, situata al fondo della Baia Culebra. E’ delimitata ai suoi estremi nord e sud da due punte rocciose. Verso sud fluisce il canyon Grande, il quale sbocca nell’estuario Iguanita, formando un’intricata mangrovia.

Questa bella baia è lunga circa 2 chilometri e ha sabbie grigiastre. Si trova tra due punte montagnose. Verso sud e di fronte a Punta Cacique si trovano le Isole Pelonas e Montosa. Presenta poche onde e un abbondante vegetazione litorale. E’ molto appropriata per fare il bagno, prendere il sole e osservare i suoi bei tramonti, praticare sport acquatici, includendo l’immersione, realizzare passeggiate e cavalcate. Questa spiaggia è stata premiata con la Bandiera Azzurra Ecologica, che la identifica come una spiaggia pulita e sicura.

La strada di accesso che comunica con queste spiagge è tracciato a nord sul monte San Miguel, dal quale si ha una vista impressionante di questa costa aperta. Entrambe le spiagge formano lo stesso settore costiero, ma sono separate tra di loro da uno sbocco e dall’estuario Jabilla, che forma un’estesa mangrovia. Le onde di questa spiaggia sono forti e continue. San Miguel ha una lunghezza di circa 3 chilometri e Coyote si prolunga per quasi 5 chilometri fino all’estuario con lo stesso nome. Questo litorale è ideale per realizzare passeggiate in barca o piccoli fuoribordi, per riposare, per contemplare il mare e per fare passeggiate e cavalcate, così anche per osservare la flora e fauna delle sue mangrovie.

E’ una baia di circa quattro chilometri di lunghezza. Presenta onde moderate. Ha mangrovie e vegetazione litorale: mancinella, alberi di cocco, piante striscianti come il fagiolo da spiaggia, ecc. Verso la parte centrale della spiaggia c’è un vecchio enorme albero del genere Ficus (Coussapoa pittieri) che è un distintivo di Samara. Verso l’estremo sud, di fronte alla punta Indio, si trova l’Isola Chora. Prendere il sole, fare passeggiate e cavalcate, fare il bagno nel mare, andare in bicicletta di montagna, passeggiare in barca o in kayak sono alcune delle attività che offre questa spiaggia, oltre ai diversi servizi turistici che permettono di stare in spiaggia durante il giorno e godersi della buona musica e tavola di sera. Ha la dichiarazione di Bandiera Azzurra.

E’ una baia di poca estensione e in forma di ferro di cavallo, con onde moderate. Il paesaggio litorale circostante è molto bello e dalla sua costa si osservano verso nord le isole Palmitas (Huevos).

Queste belle insenature di poca estensione e abbondante vegetazione litorale, si trovano entrambe comunicate tra di loro da una piattaforma rocciosa che unisce a nord le punte Trinidad e Pleito. La spiaggia di quest’ultimo nome presenta al suo estremo sud una bella ansa, ideale per fare il bagno. Da parte sua, San Juanillo offre la particolarità di avere una bella punta (Trinidad), la quale è costituita da una linguetta di fini sabbie che formano a nord una cala con poche onde e a sud si prolunga circa cento metri formando l’insenatura della spiaggia Cocal.

Verso il suo estremo nord si trova punta Nosara, la quale la separa da quest’ultima spiaggia. E’ ideale per fare passeggiate e per il riposo. Nella parte sud si trova una punta rocciosa, dove c’è un bellissimo panorama di questa spiaggia e dalla spiaggia Guiones quella che si estende verso sud. Si possono fare passeggiate, cavalcate, prendere il sole e praticare la pesca sportiva e snorkel.

E’ una spiaggia estesa e ampia e di onde forti che si unisce verso sud con la spiaggia di Nosara dalla quale è separata da una punta denominata Divisione. Questa spiaggia è di grande prestigio mondiale, infatti è principalmente in essa e a Nancite (Parco Nazionale Santa Rosa) dove arrivano a deporre le uova la maggior quantità delle tartarughe olive, specialmente da luglio a novembre. Per questa ragione, questa spiaggia e tutta la costa verso sud fino a Punta Guiones formano parte del Rifugio Nazionale di Fauna Silvetre Ostional. Il settore più scenico di questa spiaggia si trova a nord dove la costa è rocciosa.

E’ una spiaggia che ha un estuario bello e ampie mangrovie (fiume Nosara) che possono essere percorse in barca e in kayak, per osservare la sua flora e fauna, specialmente gli uccelli. Nel paese di Nosara e nelle vicinanza ci sono tutti i tipi di servizi turistici, inclusi i tour a cavallo e in kayak.

Questo settore costiero presenta spiagge rocciose verso nord (Lagarto, Manzanillo) e sabbiose verso sud. A nord, Lagarto si distingue per la sua attività peschereccia artigianale. Questo tratto della costa è bello, ma ha pochi servizi turistici. Verso sud ci sono spiagge come El Coco, Marbella e Pitahaya dove si possono fare passeggiate e fare il bagno nel mare. A Pitahaya, all’estremo nord, c’è un’interessante cala. Queste spiagge per le loro onde sono visitate da chi pratica il surf.

E’ un’insenatura in forma di mezzaluna e che possiede poche onde. Il suo nome si deve alla presenza di un’isolotta rocciosa adiacente a Punta Islita nell’estremo nordest della baia. Ha due estuari che completano la bellezza del paesaggio, il quale si può godere pienamente dalla parte alta della strada che verso sud comunica con Corozalito, dove si possono anche osservare alti faraglioni. Le attività che si possono realizzare oltre a fare il bagno e prendere il sole, includono fare passeggiate e cavalcate, tour con dei fuoristrada e quadracicli, ciclismo di montagna e gite in barca per pescare e fare immersione. Ha la dichiarazione di Bandiera Azzurra.

E’ un’estesa e ampia spiaggia molto adeguata per fare passeggiate e cavalcate, prendere il sole e godersi la pratica del surf, infatti le sue onde sono appropriate per farlo. Esiste vicino a questa spiaggia e ad altre che si trovano verso nord, una gran diversità di servizi turistici.

Occupa una bella baia di onde moderate. Ha verso sud un estuario che sbocca nel fiume Garza formando una mangrovia. Verso nord e dall’altra parte della punta Garza, si trova una spiaggia chiamata Rosada, dovuto al colore delle sue sabbie. A Garza, che è un piccolo paese di pescatori, si può prendere il sole, fare il bagno, fare passeggiate e partecipare nei tour di pesca sportiva.

Questa spiaggia di poca estensione ha un ampio estuario e mangrovie, molto attraenti per l’osservazione della sua flora e fauna. E’ frequentata da turisti che si muovono a cavallo.

Questa bella baia si trova a cinque chilometri da Samara. Possiede una bella spiaggia di onde calme, molto sicure e appropriate per fare il bagno, specialmente nel suo estremo sud, dove parallelo alla spiaggia e alla strada, esiste una gran quantità di alberi da cocco che proporzionano ombra ai loro visitanti e abbelliscono il litorale. Carrillo è anche molto appropriata per prendere il sole e fare passeggiate. Nella sua parte a sud esiste una collinetta rocciosa dalla quale si osserva in tutto il suo splendore questa baia. Circondando questo punto, si trova sulla costa un’insenatura molto sicura per l’ancoraggio delle imbarcazioni di pesca artigianale e sportiva. Ha la Bandiera Azzurra.

E’ una spiaggia ampia e aperta, di circa tre chilometri di lunghezza e presenta onde che vanno da moderate a forti. Verso il suo estremo sbocca il Fiume Ora che deve essere attraversato con precauzione, un altro settore per arrivare a questa e altre spiagge che si trovano verso sud (Islita, Bejuc, San Miguel) o a nord (Carrillo, Samara). Camaronal è conosciuta per la deposizione delle uova delle tartarughe baula e olive. Qui funziona un rifugio di vita silvestre che protegge queste tartarughe. E’ anche adeguata per accampare e pescare.

E’ un’ampia spiaggia con onde moderate e con una vegetazione litorale. Nel suo estremo nord si trova un estuario e a sud sbocca nel fiume Buena Vista. E’ ideale per prendere il sole e fare delle passeggiate. In alcuni settori della sua costa ha delle pendenti leggermente forti. Da questo posto si organizzano viaggi in aeroplani ultraleggeri.

E’ un’estesa spiaggia che si trova a sud di coyote. E’ aperta e con una lunghezza di vari chilometri. Verso l’estremo nord si trova il settore denominato Caletas che è molto adatto per fare surf. Da quest’ultimo posto, cinque chilometri verso sud, si trova lo sbocco e l’estuario del fiume Bongo, il cui canale delimita le province di Guanacaste e Puntarenas. Circa tre chilometri più verso sud c’è lo sbocco dove si trova la spiaggia Manzanillo, la quale è bella ed ha una frondosa vegetazione. Questa spiaggia è molto visitata dai residenti di Cobano e da altre parti. Si possono affittare cavalli, fare passeggiate, godersi il mare, fare gite in barca e kayak e accampare.

Questa spiaggia è di grande ampiezza. Possiede onde che vanno da moderate a forti, dispone di un’estesa mangrovia che si prolunga dietro la spiaggia fino allo sbocco del fiume Bejuco. Verso l’estremo sud si trova punta Bejuco che proporziona maggior bellezza paesaggistica a questa spiaggia frequentata dai surfisti.

E’ una bella insenatura di onde moderate. Si trova circondata da lati dirupi rocciosi che la rendono particolarmente attraente. Questa spiaggia è ideale per fare il bagno e per la contemplazione del paesaggio circostante della zona boscosa. Verso sud di Barco Quebrado si trova una spiaggia molto bella chiamata Barrigona.

E’ una spiaggia di poca estensione con forti onde e un mare azzurro. Nella sua parte intermedia (verso nord) c’è un promontorio roccioso (Punta Eriza) dal quale si ha una vista estensiva molto bella di tutta la costa che si prolunga a nord e verso sud fino alla punta Trinidad (San Juanillo). E’ adatta per fare passeggiate e per l’osservazione del paesaggio. Per fare il bagno, bisogna prendere delle precauzioni, specialmente nel settore sud.

Pianificatore di Viaggio a Costa Rica

Logo